Levante e Ponente, con Genova a far da ago della bilancia. In effetti la Liguria è così, la parte di ponente che si estende fino al confine con la “noble France” in quel di Ventimiglia e il Levante da dove sorge il sole.

Il Levante ligure: bello e poetico

Tramonto a Portofino

Da Genova in direzione est s’incontrano subito una sequenza di bellezze senza pari: Nervi, ormai inglobata al capoluogo; Camogli, piccolo borgo marinaro; Santa Margherita, sofisticata cittadina dal sapore ottocentesco che fa da porta d’ingresso alla splendida Portofino dove, a detta anche di personaggi non certo popolani: anche i gatti sono un po’ snob.

Il porticciolo di Portofino è qualcosa che rimane nel cuore, non per nulla un pittore del calibro di Cascella lo ha elevato a musa ispiratrice per le sue opere. Per gli amanti dei luoghi “cult” tra Santa Margherita e Portofino si trova il famoso Covo di Nord-Est, un locale ancora oggi frequentato da VIP di ogni parte del mondo.

Dopo la snob Portofino, attraversando Chiavari e Lavagna si arriva in uno dei luoghi davvero fiabeschi della Liguria: Sestri Levante. Il suo golfo non per niente è chiamato Golfo delle Favole, sia per la sua bellezza, ma soprattutto perché a Sestri soggiornò H.C. Andersen.

Di bellezza in bellezza dopo Sestri Levante ecco le famosissime Cinque Terre: Monterosso, Manarola, Corniglia, Vernazza e Riomaggiore.

Si arriva in treno o barca e si gusta il pesce che qui cucinano in maniera deliziosa; ognuno di questi 5 paesini ha localini e trattorie davvero caratteristici. Ultima bellezza di Levante è Porto Venere, una manciata di case colorate adagiate sul blu del mare.

Ponente ligure: dal Festival della Canzone al Muretto di Alassio

Lungomare di Sanremo

https://www.flickr.com/photos/72068365@N02/14205484992/in/pool-san_remo_italy/

Ovviamente la parte del leone la fa Sanremo, città dei fiori e della canzone per antonomasia. Nelle vicinanze di Sanremo c’è un piccolo paesino: Bussana: distrutto da un tremendo terremoto è stato poi ricostruito in riva al mare, ma la parte vecchia, quella abbandonata dopo la catastrofe, è stata pian piano ricostruita da artisti che nel corso degli anni ne hanno fatto un luogo magico e surreale.

Da queste parti si prepara la sardenaira, una specie di pizza davvero particolare. Forse tra le più famose cittadine del Ponente, dopo Sanremo, c’è Alassio con il suo Muretto fatto di piastrelle autografate. L’idea nacque da un discorso tra Mario Berrino, allora proprietario del Bar Roma e un suo cliente, un certo Ernest Hemingway. Ovviamente il Ponente non è tutto qui, ma è un susseguirsi di bellissime località pregne di storia e curiosità tutte da scoprire.