Il Lago di Garda è una sintesi della bellezza del Nord Italia, uno specchio d’acqua attorno al quale si arrampicano, stretti e poetici, piccoli e grandi paesini dai colori e dalle fattezze pittoresche. È la casa degli alberi di limone, la terra dei profumi dell’acqua e dei fiori che sbocciano nei vasi di pietra abbandonati sulla cornice del lungolago.

Il territorio del lago consta di vegetazione alpina e grandi prati e macchie boschive, un contesto naturale dove l’intervento dell’uomo è rimasto rispettoso e contenuto, laddove esistente. Oggi i terreni che circondano il lago sono utilizzati prevalentemente per allevamenti di bovini e cavalli.
La terra che fu attraversata e decantata da personalità come Goethe, Pound e D’Annunzio e di cui echeggia il nome nelle lodi di Catullo non può che essere sempre emozionante e sorprendente: per visitare il Lago di Garda si parte dalla magnifica Sirmione, chiamata “Perla del Lago”, una nota località di villeggiatura dall’atmosfera sempre attuale.

Il Castello Scaligero, molto ben conservato, schiude l’accesso a Sirmione e domina il panorama del Lago dall’alto del Mastio, dal quale si gode una visione inimmaginabile sull’intero paesaggio. Le celebri terme dalle acque sulfuree sono il punto d’arrivo per chi desideri rilassarsi e non rinunciare al benessere neppure in villeggiatura: e logicamente, una delle attività più amate è quella della navigazione sul Lago attraverso itinerari turistici personalizzati.

Sulla sponda est del lago si trova un piccolo borgo dall’atmosfera antica, celebre per la produzione di un ottimo vino: Bardolino.
Antico paese romano, il cui fregio è la famosa chiesa di San Severo, oggi è una delle mete più amate dai visitatori che spesso vi soggiornano per gustarne le specialità.

Meno affollato e più nascosto il Borghetto, un piccolo agglomerato di antichi mulini situato nell’entroterra meridionale del lago, lungo il fiume Mincio.
Uno dei gioielli più preziosi e affascinanti del Lago rimane però Limone sul Garda, paesino di pescatori e di coltivatori di limone, dove vengono tutt’oggi coltivati agrumi all’interno delle “limonaie”, delle serre costruite in legno e pietra per resistere al rigido inverno. E naturalmente, il tutto posizionato a strapiombo sulle colline che circondano il panorama spettacolare di uno dei laghi più belli e famosi d’Italia.

(Visited 488 times, 1 visits today)