Prima era solo un’ipotesi, oggi è quasi una certezza. Giorno dopo giorno, infatti, sembra prendere sempre più corpo la tesi secondo cui la prima regione d’Italia ad essere colonizzata dagli ominidi è stata la Pianura Padana.

Ne sono convinti i ricercatori della rivista statunitense Earth and planetary science letters, che in un recente articolo hanno ribadito che il sito di Monte Poggiolo rappresenta una delle più antiche e importanti testimonianze dell’effettiva presenza degli uomini primitivi nel territorio italiano.

Stando ai loro studi, gli ominidi si spostarono in Europa all’incirca 850.000 anni fa, in concomitanza con la migrazione dei grandi mammiferi e con l’emersione progressiva della stessa Pianura Padana, precedentemente irraggiungibile poiché circondata da ghiacciai alpini. Dalle savane, dove il clima si era fatto eccessivamente arido, partirono alla volta del Bel Paese seguendo i mammuth e gli elefanti africani, alla disperata ricerca di un luogo migliore in cui stabilirsi.

Qualcuno rimase a Monte Poggiolo, altri proseguirono il cammino e si spostarono in Spagna e in Francia. Agli ominidi “romagnoli” l’Italia deve un prezioso lascito. Nel sito di Cà Belvedere, in provincia di Forlì, sono difatti stati rinvenuti alcuni dei più importanti tesori della Preistoria: manufatti in pietra, utensili di vario genere e armi primitive, che gli uomini del tempo utilizzavano per uccidere le prede e cibarsi della loro carne.

Estremamente precisa è tra l’altro la datazione di questi reperti, dall’enorme valore storico e archeologico, fornita da un gruppo di geologi e di ricercatori dell’Università degli Studi di Milano. Il team, guidato dal professore Giovanni Muttoni, è stato il primo a studiare il sito di Monte Poggiolo attenendosi alla tecnica della magnetostratigrafia. Analizzando le rocce e i sedimenti rinvenuti in quest’area della Pianura Padana, è stato possibile dedurre il momento esatto in cui si sono depositati in Italia per effetto delle inversioni del campo magnetico della terra. Un’operazione difficilissima e piuttosto articolata, che ha però finalmente consentito loro di affermare che il sito di Cà Belvedere, e successivamente quelli di Serra e di Covignano, è stato colonizzato dagli ominidi appunto 850.000 anni fa.

(Visited 565 times, 1 visits today)