Non basta un solo weekend a Firenze per scoprirne le bellezze ma solo per avere una idea generale di quella che fu la culla del Rinascimento e che risvegliò il Vecchio Continente dall’età buia nella quale aveva vissuto per secoli.

Firenze è il suo centro storico che va vissuto, esplorandolo esclusivamente a piedi e con la calma necessaria per gustare ogni suo angolo.
Dalla Cupola del Brunelleschi che guarda la città dall’alto al Campanile di Giotto; dal Battistero al Duomo, la città regala straordinarie opere d’arte concentrate in uno spazio decisamente limitato che testimonia il genio di Giotto, Michelangelo, Brunelleschi, Vasari, Arnolfo di Cambio e di molti altri esponenti dell’arte italiana.

cupola-Brunelleschi

Cupola del Brunelleschi

 

Ammirare Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria, la Torre di Arnolfo, il Ponte Vecchio e Palazzo Pitti sono momenti che regalano un viaggio all’interno di un universo di capolavori unici al mondo che ogni turista non può mancare di visitare.

Piazza della Signoria, la fontana del Nettuno

Girare per la città significa anche cercare di conoscere l’irridente spirito dei fiorentini, sempre pronti ad ironizzare in modo sottile su ogni cosa così come, discutere di tutti gli argomenti anche se con quella punta di orgoglio campanilista che li evidenzia come discendenti del sommo poeta Dante.

Gli amanti dello shopping non devono perdere l’opportunità di bighellonare per qualche mercatino rionale dove, tra i tanti, troveranno dei banchetti che vendono i famosi cappelli di paglia di Firenze che, un tempo, erano ricercati soprattutto dalle turiste straniere che volevano qualcosa da riportare al loro Paese che era di moda in Italia.

Firenze-mercato

Mercato a Firenze

Per tutti, ma specialmente per i buongustai, Firenze è un luogo dove si mangia decisamente bene. Molti i ristoranti che propongono piatti soprattutto a base di carne e selvaggina ma anche pietanze legate alle più veraci tradizioni, come le zuppe e le minestre per non parlare della bistecca alla Fiorentina da accompagnare con il Chianti Galletto Nero.

Ma la città offre anche dell’ottimo Street Food che viene proposto da piccole rivendite che si rifanno alla tradizionale cucina toscana e che è una valida alternativa al classico ristorante.
Firenze tutta da godere e da esplorare, sentendosi un poco come Lorenzo il Magnifico, sempre pronto a stupirsi delle bellezze che si possono trovare dietro l’angolo.